music and future

Solo uno stronzo il nuovo singolo di Sito

sitoROMA – Solo uno stronzo il nuovo singolo di Sito. Lo chef di rime è così tornato. Il brano è anche in rotazione radiofonica e disponibile su iTunes, Spotify e le altre piattaforme digitali.  Il video vede rinnovarsi la collaborazione tra Sito e il videomaker e fotografo Leonardo Tobia. Quest’ultimo già autore dei video dei singoli Colpa dello stato ed E.Le.Menti, che ha riscosso molti consensi. Il brano è stato mixato da Gaetano Pellino al Fourty Valley di Quaranti.

Solo uno stronzo il nuovo singolo di Sito

“Solo uno stronzo è un pezzo ‘estemporaneo’, fuori dall’album Pioggia sporca. Un brano che mi sono divertito a fare dopo aver letto commenti gratuitamente negativi e discussioni che nascono sui social network. Soprattutto nell’ambito hip hop” racconta Sito, all’anagrafe Claudio Calcagno. “Il rap per me è vitale, come l’acqua, e mi dà modo di esprimere ciò che provo e penso senza filtri, solo col sostegno del beat”.

Sito, la bio

Claudio Calcagno nasce a Genova nel 1983 da madre infermiera e padre operaio. Consegue il diploma di maestro d’Arte e intanto rimane affascinato dalla cultura hip hop. Prima solo come writer insieme ai compagni di istituto, poi appassionato alla figura del dj, comincia a comprare i primi vinili dedicandosi a tale disciplina, tra scratches e rime da rapper, cosa che lo porterà a intraprendere definitivamente l’arte del MC. Nel 1999 la sua prima crew Lato Oscuro gli permette di partecipare alle jam e farsi conoscere nell’ambiente. Nel 2001 il suo primo lavoro indipendente col gruppo Saniasi, intitolato Effetti Personali, vede l’impronta marcata di Sito sia nelle basi strumentali sia negli scratches. Tra di essi milita anche il rapper Matiz.

Il tentativo rock

Nel 2002 Sito si reinventa cantante in un gruppo rock, ma nel 2003 torna al suo primo amore, iniziando a lavorare al suo primo progetto hip hop come solista, intitolato Yes Bula, dove Bula è il nome dell’amico chitarrista, suo socio di produzione. Nel 2004 la svolta radicale grazie all’incontro con Gaetano Pellino, musicista blues e poliedrico produttore discografico. Da Pellino Sito riceve svariati nuovi input, tra tecniche di registrazione audio, produzione musicale e nuovi orizzonti su sound da lui fino ad allora inesplorati. La collaborazione col musicista porterà il rapper a terminare il progetto nel prestigioso Triton’s Studio.

Pioggia sporca, la svolta

L’album del rapper Sito, Pioggia sporca è uscito a marzo 2016 per Irma Records ed è disponibile su iTunes e in tutti gli stores digitali. Le tracce di Pioggia Sporca vedono la partecipazione di produttori importanti, tra cui in primis Rosario D-Ross Castagnola, già al lavoro per Marracash, Fabri Fibra, Clementino, Emis Killa e Raiz. D-Ross ha curato il pezzo che dà il titolo all’album, Pioggia sporca, primo singolo estratto dal disco. La produzione in toto dell’album è di Gaetano Pellino (fratello del più noto Giovanni, Neffa) che già aveva prodotto il lavoro precedente Yes Bula. Poi ci sono Nicholas Res Rubini con una produzione Beatzunami, e il dj Andrea Rossi. Tutte le altre basi sono state prodotte da SITO e dal chitarrista Francesco Torrielli. Gli interventi vocali sono di Stefano Banchelli (E.le.menti) e Soul Sarah (Senza Destinazione).