spettacolo

Adele difende Justin Bieber dai fischi del suo pubblico

Adele difende Justin BieberROMA –  Il pubblico fischia e Adele difende Justin Bieber. A spada tratta. È successo a uno dei concerti della cantante britannica durante il quale la star si è permessa di zittire i presenti.

Durante il suo live a Sidney, Adele ha chiesto ai suoi fan se avrebbero partecipato, nei giorni successivi, al concerto che il cantante canadese terrà nella stessa location, l’ANZ Stadium. La cantante di “Hello” certo si aspettava tutto tranne che la reazione poco entusiasta dei fan. Tutti a fischiare prontamente non appena sentito il nome di Justin Bieber.

Adele difende Justin Bieber: “È solo un bambino, che diamine”

“È solo un bambino, che diamine”, ha ribattuto piccata Adele. “Non posso dire che voi avreste fatto di meglio se foste diventati famosi a 12 anni! Non lo conosco, ma mi dispiace per lui che viene fischiato da tutti”. Fischi e critiche che, quindi, per la cantante non hanno fondamento data la giovane età di Bieber e il suo percorso lavorativo che, già da bambino, lo ha visto sotto le luci dei riflettori.

Adele, così, non ci sta a sentire denigrare il collega. Neanche il record di 95 mila biglietti venduti per ognuna delle date all’ANZ Stadium l’ha fermata dal rimproverare quanti avevano fischiato. Insomma, meglio non far arrabbiare Adele. Si sa che non ha peli sulla lingua!

Adele difende Justin Bieber ma quello di Sidney è un concerto movimentato

Difendere Justin Bieber e cantare, però, non sono state le sola occupazioni di Adele durante il concerto di Sidney. Durante il suo live, infatti, la cantante ha dovuto interrompere la sua performance per il malore improvviso di una donna di 47 anni, colpita da infarto. Un fatto che ha turbato Adele che ha ripreso il concerto solo dopo l’arrivo dell’ambulanza. “È ok se continuo?”, si è assicurata prima di ricominciare. “Ok. Mi spiace, qualcuno si è fatto male, mi dispiace davvero”. Questa la perfomance che ne è seguita.