music and future

Giuliano Crupi: la musica come antidoto al disagio sociale

“Gli aggiornamenti dovrebbero aggiornare. Invece impallano e fanno rallentare. E intorno vedi un panico generale. In generale sembra tutto bene. Ma c’è un grande disagio sociale” – Impronte

giuliano crupiROMA – La musica come antidoto al disagio sociale. È questa la “mission”, se così vogliamo chiamarla, di Giuliano Crupi. Cantautore romano, classe 1986, al suo secondo lavoro come musicista. Un lavoro che va oltre gli standard di massa e che è un “progetto in divenire” che Giuliano ha raccontato ai microfoni di Diregiovani.

Orfano di titolo e numero di tracce (al momento), quello di Giuliano è un album in costruzione. Guidato da Impronte, il primo singolo, il cantante torna alle scene musicali a due anni da “Possibilmente guardo il cielo”. Di diverso da quell’album ha tutto. Non solo il modus operandi di pubblicazione ma anche i testi, la musica e tutto il team di lavoro con cui ha collaborato per questa nuova avventura. Un modo per non rimanere incastrato in certi confini imposti dal mondo della musica.

Giuliano Crupi, un album in divenire per essere libero e raccontare la società a suo modo

Oggi Crupi racconta di una società che è in stallo. Bloccata da aggiornamenti, tecnologia avanzata e gesti abitudinari che ci fanno perdere il “bello che a volte mi perdo e che sempre vorrei”. Uno stallo che è possibile superare solo se ci si ferma un attimo. Perché nel caos la musica – e l’arte in generale – può essere una via d’uscita.

Strettamente correlato a questi temi è Un bacio in più, il secondo singolo di cui Giuliano ci ha dato un assaggio durante la sua intervista. Ritmo incalzante e testo introspettivo. Un mix che non può che essere vincente. “Il bacio – metaforico – è una delle impronte più importanti che lasciamo agli altri e che gli altri ci lasciano addosso”, racconta Giuliano. “È la soluzione” secondo l’artista alla fugacità di questo periodo storico.

Di quanti singoli sarà composto l’album finale che li raccoglierà tutti ancora Giuliano non lo sa. Vive il suo progetto in divenire giorno per giorno. Unica certezza è che ce ne saranno altri, probabilmente a novembre e febbraio prossimi. Nel suo futuro, Crupi non esclude nulla. Persino la recitazione – che ha studiato – potrebbe essere un’opzione. In fondo, la vita meglio viverla passo passo e il progetto in divenire di Giuliano ne è la prova.

Ecco l’intervista