spettacolo

Shawn Mendes trionfa agli Mtv Ema, Ermal Meta Best Italian Act

Shawn Mendes trionfa agli Mtv EmasROMA – Shawn Mendes trionfa agli Mtv Ema 2017. Il cantautore canadese si è portato a casa ben tre statuette: Best Artist, Best song per There’s Nothing Holdin’ Me Back e Biggest Fan. È lui la vera sorpresa della serata che si è svolta ieri sera alla Wembley Arena di Londra.

Sorpresa ancora più grande, però, per Taylor Swift che, nonostante le sei nomination, è rimasta a mani vuote. Senza premi sono rimasti anche gli Imagine Dragons e Miley Cyrus.

Tra gli altri premi Best pop è andato a Camila Cabello, Best Live a Ed Sheeran e Best New a Dua Lipa. Best Video, invece, è andato a Kendrick Lamar per Humble.

Infine, il Best Electronic è andato a David Guetta, Best Rock ai Coldplay, Best Alternative ai Thirty Seconds to Mars e Best Look a Zayn Malik.

Mtv Ema, apre Rita Ora in accappatoio

Ad aprire la serata Rita Ora, tutto fare dello show. In accappatoio e scarpe da ginnastica e i capelli raccolti in un asciugamano. Un total white insolito insomma. Tutta colpa del poco preavviso che Mtv le ha dato per condurre. Impossibile trovare un abito con quelle tempistiche.

Tra gag e performance live, così, la Ora ha traghettato il pubblico durante la premiazione degli artisti più amati.

Ermal Meta Best Italian Act

Partendo dall’Italia a vincere il premio come Best Italian Act è stato Ermal Meta che ha battuto una concorrenza agguerritissima. Contro di lui in gara c’erano Tiziano Ferro, Fabri Fibra e Francesco Gabbani.

Il ritorno di Eminem

Gli Mtv Ema 2017 saranno ricordati anche per il ritorni di Eminem alle scene musicali. A quattro anni da The Marshall Mathers LP 2, il rapper ha eseguito live Walk on Water, il nuovo singolo che anticipa l’album Revival. Il brano era arrivato su tutte le piattaforme di streaming venerdì scorso feauturing Beyoncé. Eminem ha anche ritirato il Best Hip Hop.

Gli U2 icona della musica internazionale

Gli U2, come già era stato anticipato, hanno ricevuto il Global Icon Award. La rock band ha, poi, regalato un’emozionante performance nella cornice di Trafalgar Square. Tutta dedicata alle 23 vittime di Manchester. Ma il pensiero è andato anche “ai militari che combattono in nome della pace, da qualunque lato della barricata siano schierati”, senza dimenticare le donne e la loro posizione nella società e il riferimento velato alla Brexit perché “abbiamo più cose in comune di quanto pensiamo”. Nove i brani eseguiti tra presente e passato. Tra questi One, Elevation e Vertigo. Poi Pride (in the name of love) e You’re the best thing about me.