Chi è Terra Naomi, la cantautrice che aprirà i concerti di Elisa

Chi è Terra Naomi, la cantautrice che aprirà i concerti di Elisa

Le due artiste avevano già duettato insieme sulle note di River di Joni Mitchell. Ad aprile si rincontrano in occasione di Diari Aperti tour
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – Si chiama Terra Naomi la cantautrice indie folk americana che ad aprile tornerà in Italia per aprire tutte le date del tour nei teatri di Elisa. Le due cantautrici avevano duettato anni fa sulle note di River di Joni Mitchell ed ora Elisa ha chiamato Naomi per il suo “Diari Aperti tour”.

Nel 2006, la canzone di Terra Naomi Say It’s Possible le ha fatto guadagnare una fan base a livello mondiale, insieme al primo YouTube Award in assoluto per il miglior video musicale. Grazie a questo Naomi era stata invitata a suonare come unica artista emergente al Live Earth al Wembley Stadium al fianco di Madonna, Red Hot Chili Peppers, John Legend, David Gray e molti altri. Dopo un primo album con Universal, ha continuato a pubblicare dischi in modo totalmente indipendente. Terra ha registrato il suo prossimo album con il produttore vincitore di Grammy Tom Schick (Wilco, Iron & Wine, Rufus Wainwright, Mavis Staples) e il polistrumentista Joe Adamik (Iron & Wine, Califone), nello studio dei Wilco a Chicago, dopo averlo finanziato con una delle migliori campagne musicali nella storia di Indiegogo. Al momento sta pubblicando una canzone al mese in attesa del disco che uscirà a fine 2019. Machine Age, il primo singolo estratto, ha ottenuto apprezzamenti da Billboard, Forbes, Popdust, INTO, Broadway World e LA Music Blog. Una meditazione sullo shock culturale dell’America post-elettorale, l’inno distopico è stato definito da Billboard: Una riflessione intensa sul primo anno di presidenza di Trump“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it