Draghi è il nuovo singolo degli Iside per la label Factory Flaws

Draghi è il nuovo singolo degli Iside per la label Factory Flaws

Il quartetto bergamasco svela una nuova vena elettronica, seppur di indole pop e ideale per il singalong
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Roma – Gli Iside esordiscono con la nuova label Factory Flaws e tornano con il nuovo singolo “Draghi”. Il brano segue “Nessuno” e continua a mostrare la vivacità compositiva e artistica che ha contraddistinto la band dopo la pubblicazione di Indico, il loro EP di debutto pubblicato a gennaio.
 
Se Nessuno aveva messo in particolare evidenza la componente trap presente nell’orizzonte musicale del quartetto bergamasco, Draghi invece è il loro brano elettronico per eccellenza, seppur di indole pop e ideale per il singalong. Una canzone incalzante che sarebbe perfetta da ballare sotto cassa in un club ma dall’efficacia assicurata anche – visto il momento storico – per saltare sul proprio divano di casa.

Draghi racchiude un energico incoraggiamento a svelare quei desideri che solitamente non si rivelano agli altri: quelle pulsioni più personali e irraggiungibili che spesso possono essere relegate nel novero delle futilità. In fondo, sono proprio le cose più futili sono quelle che ci cambiano le giornate.

Così gli Iside raccontano Draghi: 
«Draghi ricorda quanto l’apparenza possa ingannare: dentro di noi si nascondono sentimenti segreti e volontà sconosciute. Dovremmo imparare a dire tutto, parlare di ogni cosa, cercare di ottenere tutto quello che desideriamo… anche un drago se ci può far stare meglio.
Crediamo che tutti abbiano dei desideri indicibili, ma non ci piace questa autocensura: ogni desiderio ha il diritto di essere raccontato, anche quello apparentemente più banale.
Draghi è il modo più sincero per dirvi alcune cose che ci piacciono e che vogliamo assolutamente ottenere: vuole essere un invito a svelarci i vostri segreti per cercare insieme di esaudirli.
Noi vi stiamo raccontando tutto, ora tocca a voi».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it