"Che canzone siamo" è il nuovo singolo di Aiello

“Che canzone siamo” è il nuovo singolo di Aiello

Il cantautore torna con una ballad dopo il successo della hit estiva "Vienimi (a ballare)"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sarà che a me la malinconia mi carica a bomba, ma io quando l’ascolto mi sento bene, anche se il cuore si stringe un po'”. È così che Aiello presenta il suo nuovo singolo, “Che canzone siamo”. Il cantautore torna con una ballad dopo il successo del precedente “Vienimi (a ballare)”, hit della scorsa estate. L’inedito arriva su tutte le piattaforme per Sony Music Italy il 16 ottobre ma è già disponibile in presave e preorder.

Cosa bisogna aspettarsi da “Che canzone siamo”

“Che canzone siamo”, che si apre con le note delicate di un pianoforte, segue un crescendo emotivo fino al ritornello fortemente elettronico.

In questa pezzo, sicuramente il più urban della produzione di Aiello: i suoni pop della chitarra acustica e del pianoforte incontrano quelli più acidi della synth lead, che crea un arpeggio volutamente fuori tempo rispetto al metronomo. Sentimento e sperimentazione sono le forze motrici della visione artistica del cantautore.

“Che canzone siamo – spiega Aiello – è quella domanda che avremmo voluto fare e che non abbiamo fatto, è una confessione rivelatrice, è guardare dritto l’orizzonte, perché il peggio è passato… quando realizzi che incontrarsi è stato il regalo più bello della vita, ma anche perdersi è stato salvifico per tutti.

E del nuovo brano Aiello dice ancora:

“Se dovessi immaginare la musica di domani, la vedrei esattamente così,  che vada dritta al cuore, senza filtri, che racconti di me, che abbia sempre un suono ricercato e l’aspirazione di oltrepassare i confini del safe”.

Il brano è scritto da Aiello e prodotto da Iacopo Sinigaglia e Alessandro Forte. Il 16 ottobre sarà anche su YouTube con il video ufficiale. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it