Achille Lauro pubblica un nuovo disco e alla “Generazione X” dice: “Osate”

Esce stanotte "Lauro", sesto lavoro dell'artista
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un disco per dare voci agli incompresi, alla ‘Generazione X’ (per citare un pezzo della tracklist) che si sente sola, senza obiettivi e motivazione. È questo ‘Lauro’, il nuovo disco di Achille Lauro, disponibile da stanotte su tutte le piattaforme e nei negozi per Elektra Records/Warner Music Italy.

Lo racconta come se fosse un manifesto l’artista romano, classe 1990, che fotografa – ancora di più di quanto fatto nei dischi precedenti- la vita di tutti i giorni dei suoi coetanei.

“Mi sono accorto che la fotografia della mia generazione è molto simile a quella che va dal 65 all’80- dice Lauro- gente che non crede più in se stessa. Forse il problema più grande della mia generazione è il non sapere chi vorranno essere. Non crede in Dio e accetta le proprie dipendenze, come quella della tecnologia”.

Una condizione di stallo da cui uscire osando, come d’altronde ha sempre fatto Lauro.

“Bisogna dare la possibilità ai giovani- aggiunge Lauro- di capire che la scelta è possibile ed è doverosa per un cambiamento. La scelta di pensare in modo diverso, dell’essere coraggiosi rispetto alla proposta musicale, dello scegliere chi amare, al pensare qualcosa che non esiste per il futuro”.

Una scelta di coraggio

Di coraggio Lauro De Marinis, questo il suo vero nome, nella sua carriera ne ha avuto, rinnovandosi continuamente nel look, nel sound e nel tipo di performance. Lo ha mostrato nelle sue partecipazioni al Festival di Sanremo e durante i suoi tour.

E a chi gli dice di essere troppo simile all’immaginario di Renato Zero risponde:

Di Renato ce n’è uno così come di Achille Lauro, sono identità molto distinte. Il paragone nella musica è sbagliato perché, per quanto il costume ci accomuni, ognuno ha dato qualcosa di originale”.

Al suo sesto lavoro, il rapper si mostra senza filtri, regalando il suo lato introspettivo e quello più sognatore che vira al punk/rock. L’album “è quello che sono io al 100%”, dice Lauro che ha anticipato il progetto con i singoli ‘Solo noi’ e ‘Marilù’.

Dodici le tracce in tutto tra riflessioni, storie d’amore e di vita. Quella di Achille Lauro che ora si dice “libero” e che rilascia i suoi inediti come se fossero nuovi quadri: “Abbiatene cura”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it