Dalle gite alla dad: cosa cambia con il nuovo decreto riaperture

Le nuove norme in vigore dall'1 aprile

18 Marzo 2022

Nuove regole per tornare, seppur lentamente, alla normalità. Sono quelle varate ieri nel Consiglio dei Ministri sul fronte scuola che rivedono le norme in vigore sui contatti con i compagni positivi al covid e le gite.

“In Consiglio dei Ministri abbiamo varato le regole per la scuola in vista dell’uscita dallo stato di emergenza prevista per fine mese”, ha scritto su Facebook il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. “Torniamo verso la normalità, seppur con le necessarie cautele. Manterremo ancora l’obbligo della mascherina chirurgica e la raccomandazione della distanza interpersonale. Ma saranno consentiti, ad esempio, le uscite didattiche e i viaggi di istruzione, per dare a studentesse e studenti nuove opportunità di apprendimento al di fuori degli edifici scolastici. La didattica a distanza sopravviverà solo per chi è impossibilitato a frequentare, perché positivo. Cominciamo a guardare avanti. Lo facciamo con fiducia. Mettendoci in cammino verso una nuova fase. Oggi abbiamo anche approvato la proroga fino alla fine delle lezioni dei contratti dell’organico per l’emergenza. Mi sono battuto per questa misura che consente alle scuole di poter contare ancora sul sostegno di questo personale per gestire l’uscita dalla fase di emergenza”.

Scuola, a partire dall’1 aprile ecco cosa cambia:

  1. DAD: Resteranno a casa solo gli studenti positivi; chi ha avuto contatti stretti potrà continuare a frequentare in
    presenza, in regime di autosorveglianza, qualora in classe vengano superati 4 casi di positività. Nessuna distinzione tra chi è immunizzato e chi no
  2. GITE: tornano uscite didattiche e i viaggi di istruzione
  3. MASCHERINE: rimane l’uso di quelle chirurgiche e il distanziamento
  4. PERSONALE SCOLASTICO: rimane l’obbligo vaccinale fino al 15 giugno; prorogati i contratti dell’organico per l’emergenza covid.



2022-03-19T10:06:01+01:00