spettacolo

I Simpson votano Hillary Clinton e prendono in giro Donald Trump

simpson votano hillary clintonROMA – Anche i Simpson votano Hillary Clinton. La famiglia più amata della televisione ha detto la sua sulle prossime Presidenziali americane dell’8 Novembre. Homer e Marge si scervellano in piena notte su chi sceglieranno alle urne quando sarà il momento. Hillary Clinton, sempre pronta a lavorare per il Paese anche nel cuore della notte o l’avversario dell’ex first lady, Donald Trump, che fa di tutto fuorché preoccuparsi dei problemi reali dell’America. Come si può intuire, il corto di quasi due minuti è una palese critica ai danni del milionario newyorkese.

Lo sketch non è propriamente frutto della mente di Matt Groening. Si tratta piuttosto di una parodia di un vecchio spot che Hillary nel 2008 aveva lanciato. Nel video si chiedeva agli americani chi volevano rispondesse al telefono della Casa Bianca alle 3 del mattino. In caso di emergenza voi a chi fareste affidamento?

In quell’anno la battaglia vedeva contrapporre la Clinton contro Barack Obama. Nello spot originale  alcuni bambini dormono beati nei loro letti. In una notte apparentemente tranquilla, una voce narrante informava: “Sono le tre del mattino. I tuoi bambini dormono tranquilli, ma in questo stesso momento c’è un telefono che squilla alla Casa Bianca: è successo qualcosa nel mondo. Il tuo voto deciderà chi risponderà a quel telefono”. Quella volta Hillary non l’ebbe vinta ma adesso i Simpson si schierano con lei affinché non debba affrontare un’altra sconfitta. Anche perché, questa volta, diverrebbe Presidente Donald Trump.

I Simpson votano Hillary Clinton: la parodia che mette in ridicolo Donald Trump

Nel video dei Simpson pubblicato sul canale youtube “Animation on Fox”, squilla il telefono alla Casa Bianca e i due candidati reagiscono in maniera diversa.

simpson votano hillary clinton

Nel caso di Hillary, ad alzare la cornetta è Bill che – per abitudine – risponde al telefono. La chiamata, però, viene passata alla moglie subito pronta a mettersi all’opera. Nella camera da letto di Trump, invece, le cose non vanno allo stesso modo. Trucco, parrucco – con un cagnolino posizionato sulla testa – e commenti cattivi elargiti su Twitter nei confronti degli altri politici. In bella vista sul letto “I migliori discorsi di Adolf Hitler”. Insomma, il tycoon è troppo impegnato per preoccuparsi del suo Paese.

I Simpson non sono i primi a schierarsi con Hillary Clinton. Da mesi star del calibro di Britney Spears, Lady Gaga, Sophia Bush, Maryl Streep e lo stesso Barack Obama si sono schierati con lei. Tante star che hanno aderito alla campagna #Iamwithher. Tutti sperano che l’America possa avere finalmente il suo primo Presidente donna.