spazio e scienza

Tiangong-1 è rientrata sulla Terra alle 02.16 in Italia. Le news

Aggiornamento 2 aprile – La Stazione spaziale cinese ha fatto il suo rientro in atmosfera impattando nell’Oceano Pacifico alle ore 00.16 UTC (02.16 ora italiana)

La stazione spaziale Tiangong-1 è il primo modulo sperimentale cinese ed è stata lanciata nel 2011 dal centro spaziale di Jiuquan nel deserto di Gobi, fino a raggiungere, con un’inclinazione orbitale di 42.78 gradi sull’equatore, un’altezza di apogeo (il punto più distante dalla Terra) di 344 km e una di perigeo (il punto più vicino alla Terra) di 197 km.


FONTE ASI – Il comitato tecnico scientifico, riunito in seduta permanente presso la sede del Dipartimento della protezione Civile, sulla base degli ultimi dati forniti dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), ha escluso la possibilità che uno o più frammenti della stazione spaziale cinese abbiano impattato sul territorio nazionale. 

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, in accordo con Asi e con gli altri partecipanti al tavolo, ha pertanto dichiarato concluse le attività ringraziando tutte le componenti del Sistema Nazionale di Protezione Civile, il Consigliere Militare della Presidenza del Consiglio dei Ministri, i Ministeri dell’ Interno, degli Esteri, della Difesa, Enac, Enav, Ispra-Snpa, Cnr, Inaf, Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e Politecnico di Milano.

Ha inoltre rivolto un particolare ringraziamento all’Agenzia Spaziale Italiana e a tutti gli organi d’informazione che hanno dato un prezioso supporto al Sistema contribuendo alla corretta comunicazione dell’evento.


La storia di Tiangong-1, giunta all’epilogo, inizia nel 2011. Da allora è stata anche abitata da due equipaggi di astronauti per brevi periodi. E’ il primo tentativo cinese di Stazione spaziale. La struttura è lunga dieci e metri e mezzo, per un diametro di 3,5 metri, cui si aggiungono pannelli solari di sette metri per tre.

Il suo peso attuale è di 7 tonnellate e mezzo.
Sappiamo che ogni satellite, e a maggior ragione un oggetto come la Stazione spaziale, deve essere costruito in maniera tale da permettergli di tornare sulla Terra in maniera pilotata. E allora, perché la stazione spaziale cinese è precipitata?

“Per Tiangong” i cinesi “avevano previsto una quota di propellente adatto per il rientro controllato, ma a un certo punto, a marzo del 2016, non sono più riusciti a comunicare o a trasmettere comandi correttamente alla stazione. 



 


ARTICOLI CORRELATI